Oggi Ernst Hofer fa “solo” il coltivatore di mele ed è un uomo felice e soddisfatto, ma non è stato sempre così. A differenza del figlio Martin, che già a cinque anni dichiarava di voler fare il contadino, Ernst ci ha messo più tempo a scoprire la sua vera passione, anche se il maso Larcherhof, a Lana, è di proprietà degli Hofer dal 1834 e l’agricoltura è da sempre tradizione della sua famiglia.

Il maso è circondato da un terreno di 8,5 ettari dove Ernst, insieme al figlio, coltiva dieci diverse varietà di mele e, oltre ad occuparsi dei lavori agricoli, organizza visite alla fattoria ed escursioni guidate per gli ospiti dei quattro appartamenti in affitto, di cui si occupa la moglie.

“Felice di essere solo un contadino”

Ernst non si è mai tirato indietro di fronte alle responsabilità: ha fatto parte dei “Giovani Agricoltori Sudtirolesi” e poi della “Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi”, dove è diventato a 26 anni il più giovane membro del consiglio comunale, per poi essere eletto come vice-sindaco di Lana.

Ma oggi, dopo tanti impegni, è contento di poter essere solo un contadino, e ogni giorno, 365 giorni all’anno, attraversa e controlla i frutteti, perché “un buon contadino deve guardare le sue mele almeno una volta al giorno”.